22:00

All’inizio di ogni anno sociale, nel mese di settembre, viene organizzata una Riunione in cui il Presidente del Club comunica, ai Soci Lions, alle autorità cittadine, alla stampa e alle televisioni, il Programma dell’anno sociale appena cominciato. E’ sicuramente un evento importante per i Soci del Club, sempre pronti a lavorare con abnegazione  e generosità,  spesso sacrificando il loro tempo per realizzare i progetti di Servizio approvati dal Consiglio Direttivo, in quanto l’entusiasmo che il Presidente riesce a trasmette loro è la forza con cui questa “macchina” della solidarietà inizia  a muoversi nuovamente.

E’ maggiormente un evento importante per chi usufruisce dei Servizi offerti dal Club, che vede per una volta, o ancora una volta, una mano tesa nei propri confronti: una persona bisognosa, una comunità o anche il responsabile di un ente o di un bene pubblico vede il Servizio dei Lions come la soluzione a quei problemi che la  fortuna o l’amministrazione pubblica non ha potuto dare.

E’ un evento di grande importanza comunicativa, in quanto la capacità di trasmettere ai Media le idee e le potenzialità di un Club in modo efficace sono determinanti per attirare a se l’attenzione pubblica, che spesso è la conditio sine qua non per evitare l’anonimato e, conseguentemente, la circoscrizione di un obbiettivo: il silenzio stampa è il più grande limite delle attività di Servizio! Tutti i servizi televisivi su http://www.youtube.com/user/LionsClubFoggia

Alla serata ha presenziato il Governatore del Distretto Lions 108Ab (Puglia) dott. Rocco Saltino, che con la sua presenza ha manifestato l’affetto e la stima nei confronti di tutti i Soci del Club Umberto Giordano di Foggia.

Dopo il tradizionale “tocco di campana”, il Presidente del Club, il dott. Ettore Gaudiosi, ha presentato il Programma sociale 2010-2011,che riportiamo nei punti salienti:

……

Dopo la pausa estiva riprendono tutte le attività, quelle lavorative come quelle lionistiche, con vigore ed entusiasmo. Per quanto riguarda “il mio” entusiasmo per l’anno lionistico appena iniziato credo sia stato già apprezzato dai Soci del Club nei mesi appena trascorsi, che ho utilizzato per “preparare il terreno” per la “semina” appena iniziata. Spero che le “condizioni ambientali” ci permetteranno di raccogliere “buoni frutti”, nell’intento di fare non quanto siamo abituati, ma “di più”, ogni anno “di più”.

Prima di parlare delle Attività in programma per l’anno sociale vorrei ricordare, a chi normalmente vede i Lions dall’esterno, cos’è la nostra Associazione. Troppo spesso la gente identifica i Lions con clichet spesso lontani dalla realtà. Un Club è costituito da uomini (e donne ovviamente) legati da un vincolo di amicizia e dal comune intento di “fare del bene” a chi è meno fortunato di noi, o di migliorare la nostra comunità, nell’ottica di un ideale senso civico, aiutando le amministrazioni non solo locali,  ma anche nazionali ed internazionali, spesso nel più assoluto anonimato, sostenendo (come ha scritto qualche giorno fa il nostro Governatore) i bisogni di aiuto di quelle aree del mondo funestate da povertà e disastri naturali, volendo donare, come dice il nostro Presidente internazionale, “Un raggio di speranza”.

Tutti conosciamo la tragedia che ha sconvolto il Pakistan ultimamente: i Lions sono stati tra i primi a prestare aiuti, ma nessuno lo ha letto sui giornali! Il Presidente della Fondazione “Lions Clubs International”, Eberhard J. Wirfs, ha fatto sapere di aver messo a disposizione una somma di 120.000 dollari per far fronte alle prime emergenze. E questo è successo non oggi, ma il 22 luglio, cioè il giorno stesso dell’alluvione.

Ho parlato di amicizia, ho parlato di solidarietà… ho parlato di lionismo!

E queste parole le sentirete ripetere da me più e più volte: essere Lions vuol dire credere nell’amicizia e nella solidarietà, trovare in essi l’entusiasmo per fare tante cose e la forza per sacrificare parte del nostro tempo, a scapito del lavoro, dei figli, dei nostri compagni di vita, dei nostri amici e, soprattutto, del nostro tempo libero. E permettetemi di sottolineare questo aspetto ripetendo il concetto: un vero Lions è colui che sacrifica parte del proprio tempo per la solidarietà, senza sentirne il peso, perché mosso dall’entusiasmo ed accompagnato dall’amicizia.

Cosa, operativamente, fanno i Lions?!? Per le attività solidali a volte si può intervenire in modo diretto: per esempio, per citare un’opera pubblica, ricordo il Recupero della fossa granaia  sita sul piazzale della Chiesa di San Giovanni Battista. Il nostro Club provvide, con l’aiuto dell’amministrazione comunale, ad eseguirne il recupero nel 2000, e l’anno scorso, con la presidenza del dott. Franco D’Emilio, è stata nuovamente ripulita e resa degna del decoro urbano. PICCOLE COSE !, che solo l’occhio attento di un pubblico di nicchia può aver notato. Ma ci sono da menzionare anche tante GRANDI COSE, per valenza e riscontro di pubblico: ricordo che, tra le attività in ambito sanitario, il nostro Club ha condotto la Campagna di “Prevenzione del tumore del colon retto”, partita due anni fa sotto la presidenza del dott. Francesco Montini, portata avanti nello scorso anno sociale e che proseguirà anche con la mia presidenza. Nella scorsa Riunione di Consiglio del 15 luglio, infatti, si è deciso di proseguire il nostro importante Service visti gli incredibili risultati raggiunti: pensate che sono state effettuate, presso gli OO.RR. di Foggia, oltre 1.500 visite gratuite in questi due anni di attività. Ricordo altresì che esiste un numero telefonico gratuito, un numero verde, tramite cui si può prenotare la visita, e che quindi ripeto affinché possa essere nuovamente divulgato: 800-0.26.8.22. Service come questo sono da considerare un fiore all’occhiello per un Lions Club; e comunico, per inciso, che il dott. Francesco Montini quest’anno ha avuto l’importante incarico distrettuale di Coordinatore della I Circoscrizione (più o meno la provincia di Foggia) del progetto Martina, che, ricordo, ha come obbiettivo, proprio la sensibilizzazione alla prevenzione dei tumori, a partire dall’età scolare. Cos’è il Progetto Martina e come nasce: mettere in atto accorgimenti poco impegnativi ma indispensabili, e controllarsi quando ci si sente sani, richiede “cultura”; e la scuola, che è la culla della cultura, ne è conseguenzialmente il luogo ideale.  Da circa 2 anni, in molte scuole medie superiori di Foggia e provincia, i medici Lions incontrano periodicamente i ragazzi e parlano loro di “tumori”. L’iniziativa è stata denominata PROGETTO MARTINA perché qualche anno fa una ragazza di nome Martina, colpita da un tumore della mammella, ha lasciato un testamento: ha chiesto espressamente  “che i giovani vengano accuratamente informati ed educati ad avere maggior cura della  propria salute  e maggiore attenzione al proprio corpo … perché certe malattie sono rare nei giovani ma purtroppo proprio nei giovani hanno conseguenze molto pesanti“. Pertanto questo sarà un Service che può essere definito parallelo al precedente, e che impegnerà in modo predominante il nostro Club.

Abbiamo detto che per le attività solidali a volte si può intervenire in modo diretto, come abbiamo visto, ma molto più spesso sono necessari fondi: ed ecco che la nostra funzione acquisisce connotati più concreti. L’aiuto dei media in questo passaggio diventa basilare: sensibilizzare l’opinione pubblica a capire che un Evento da noi organizzato, quale può essere una Festa in Maschera o un Torneo di Burraco, non è semplicemente un momento ludico, ma é tutto il nostro lavoro, senza fini di lucro, atto a raggiungere un nobile obbiettivo di solidarietà. Ricordo che il “Torneo di Burraco” è nato nel Lions Club Foggia Umberto Giordano nel 1993, anno di fondazione della nostra associazione, per un’idea del primo Presidente e Socio fondatore avv. Michele Curtotti. E’ diventato un appuntamento fisso che gli appassionati attendono generalmente con piacere, perché lo si riesce sempre ad organizzare in modo simpatico, nell’ottica di passare qualche ora tra amici, ma con la serietà di un’organizzazione condotta da un arbitro professionista, un nostro ex-Socio, il dott. Matteo Manduzio, a cui il Club rivolge sempre un ringraziamento particolare. Il Torneo di Burraco avrà luogo domenica 3 ottobre, anche quest’anno presso il Tennis Club di Foggia, per gentile concessione dei Soci, qui rappresentati dal loro Presidente Roberto Delli Santi, che ringrazio di cuore.

Nella prima Riunione di Consiglio del 15 luglio è stato approvato il Programma per l’anno sociale.

– ingresso nuovi Soci

– passaggio a Socio vitalizio del prof. Mariano Vitale

– recupero degli anni pregressi di lionismo, sia come Soci in altri Club sia come LEO

– consegna Pin di anzianità

Permettetemi ora di presentarvi quello che giudico il fiore all’occhiello del lavoro di preparazione da me svolto per iniziare questo anno sociale: il Sito lionsclubfoggia.it, on-line da pochi giorni, ma che ha richiesto un lavoro di ben oltre 1 anno.

Un Sito internet è oggi giorno imprescindibile per qualunque attività, e quindi lo è anche per un Club Lions: è importante per i Soci del Club, per essere sempre aggiornati sul lavoro che si sta svolgendo e per essere stimolati e pronti ad intervenire là dove si ha voglia e possibilità di partecipare al lavoro di squadra; può essere un modo per infiltrarsi nelle maglie della socializzazione telematica: una sezione del nostro Sito, infatti, è intefacciato con un account del nostro Club su Facebook, dove è possibile, mostrando nel tempo i valenti risultati di servizio svolto, interessare nuovi adepti; soprattutto, però, un Sito è indispensabile per la visibilità: dicevo prima che il silenzio stampa è sempre stato il più grande limite delle attività di Servizio… è vero, ma non si può neanche rimanere nell’anacronistica convinzione che la visibilità è data solo dalla stampa e dalle TV. Oggi esiste una popolazione immensa di internauti, che passano ore ed ore al giorno davanti ad un computer, per i più svariati motivi: non solo ragazzi, quindi, ma professionisti di ogni settore. E’ impensabile rimanerne fuori! Così come “finestra aperta al mondo” ho voluto un Blog, in una veste grafica veramente esclusiva, dove si possono vedere tutte le attività svolte dal Club e quelle in programma più prossime.

www.lionsclubfoggia.it lo ritengo uno dei più bei Siti Lions esistenti, nato grazie alla collaborazione ed al credito che mi ha dato un gruppo di ragazzi esperti del settore, che spero possano avere fortuna e facciano di questa loro passione un vero lavoro. Lionsclubfoggia.it, semplicemente, senza il nome del nostro Club: perché ho voluto creare un portale in cui il pubblico possa vedere i Lions di Foggia come un’unica entità, garantendo comunque ad ogni Club, sotto il simbolo del proprio guidoncino, l’autonomia di un proprio Sito. Ho esteso l’invito, infatti, a tutti i Club della città, e al nostro Delegato di Zona, avv. Stefano Tedeschi, affinché coordini questa unificazione mediatica. Come ogni Presidente, già da tempo ho iniziato a pensare a qualche argomento e qualche personaggio da invitare per una conferenza: un’idea è scaturita da una trasmissione Radio che ho seguito, iniziata nel 2008, dall’emittente RAI GR Parlamento; una trasmissione che si chiama Agorà: un programma di storia, che ha raccontato, nell’arco di 2 anni, la nascita e lo sviluppo della nostra Italia in questi ultimi 150 anni, dall’unificazione, sancita il 17 marzo 1861, ai giorni nostri.

E’ stata l’idea per organizzare una conferenza sul 150° anniversario dell’Unità d’Italia, che ha acquisito maggior valore nel mese di maggio, al Congresso Distrettuale di Bari, quando è stato approvato come Tema di studio per l’anno sociale 2010-2011, proprio i 150 anni dell’Unità d’Italia. Presumibilmente tra la metà di ottobre e quella di novembre organizzeremo quindi una Conferenza che avrà come relatori la giornalista Anna Notariello, conduttrice della trasmissione, ed i suoi abituali ospiti: il prof. Giancarlo Molina, docente di storia contemporanea presso l’Università degli Studi Roma Tre, il prof. Ermanno Taviani, docente di storia contemporanea presso l’università degli Studi di Catania, la prof.ssa Marina Loi, docente ed esperta di comunicazione presso l’università Telematica Internazionale.

Il Tema di studio nazionale, approvato al Congresso Lions di Montecatini nel maggio 2010, riguarda la Costituzione. L’argomento è stato già ampiamente trattato dal nostro Club 2 anni fa, nell’occasione dei 60 anni: invito tutti i Soci a collaborare, utilizzando la fantasia, per rivalutare l’argomento eventualmente da altri punti di vista, in modo da organizzare qualcosa che possa attirare l’interesse del pubblico.

Gita culturale di Club alla Cattedrale di Bari ,ove è stato recentemente aperto al pubblico il sottostante Succorpo, che risale all’XI secolo e che si estende sotto i due terzi della navata centrale. Con i recenti lavori di restauro, inoltre, sono emerse anche tracce romane di un lastricato e di un raffinato pavimento. Il tutto è stato trasformato in un museo con un percorso che passa attraverso la cripta per poi uscire, tramite una apposita scala, nella piazzetta adiacente. Gli ultimi lavori di restauro sono iniziati negli anni ’60 e l’apertura ufficiale al pubblico si è tenuta il 28 maggio di quest’anno.

Quest’anno il Governatore Rocco Saltino, ha espressamente manifestato di voler onorare i “Caduti di tutte le guerre” con una Cerimonia Solenne “DISTRETTUALE” domenica mattina 31 ottobre presso il Sacrario Militare dei Caduti d’Oltremare di Bari.

Altra gita di Club ad Ascoli Satriano, per visitare il Museo cittadino dove sono stati recentemente esposti due Grifoni del III secolo a.C., di pregevole fattura policroma. Questa caratteristica li rende unici nel loro genere. I due Grifoni furono trafugati da alcuni tombaroli alla fine degli anni settanta; venduti poi al Getty Museum di Malibu, negli Stati Uniti, sono rientrati in Italia, e precisamente al Museo Nazionale Romano, nel 2007. I due grifoni sono tornati nel luogo del ritrovamento, ad Ascoli Satriano, nel giugno scorso.

L’8 dicembre ci sarà la Festa degli auguri di Natale, organizzata a livello Distrettuale. Ritengo questa iniziativa una bella novità, peraltro importante da un punto di vista pratico, in quanto si eviteranno i soliti problemi di sovrapposizione delle date. Ciò non toglie che, successivamente, ci incontreremo tra di noi, con la tradizionale Festa degli auguri di Club, che sarà più che mai “una festa di famiglia”. A questa seguirà, la mattina seguente, presso la Chiesa dell’Addolorata, la Messa di Natale e, successivamente, completeremo con un breve Concerto d’organo, tenuto dal maestro Franco Di Lernia, uno dei pochi di questo mirabile strumento, che abbiamo la fortuna di avere come nostro concittadino e che, fra i suoi concerti in giro per il mondo, ci ha garantito la sua presenza.

Altro tradizionale appuntamento del nostro Club è il Concorso Lirico Umberto Giordano. Il “Direttore artistico”, la prof.ssa Angela Ricco, mi ha comunicato che anche quest’anno verrà organizzato al Teatro del fuoco, in data 28 dicembre. Il nostro Club premierà la migliore voce femminile giordaniana, con una borsa di studio di € 1.000.

Il CARNEVALIONS: pochi dei Soci ricorderanno che questo termine fu coniato proprio da me diversi anni fa, per identificare le Feste in maschera che il nostro Club ha sempre organizzato per le raccolte di beneficenza. Quest’anno sarà un po’ in anticipo rispetto al solito, soprattutto a dispetto di un carnevale lungo. Infatti il Carnevalions si terrà sabato 22 gennaio, che coincide con il 75° anniversario della nascita di Cinecittà. La serata, quindi, avrà come tema il cinema con i suoi film più famosi.

Altro mezzo che avremo a disposizione per raccogliere fondi interesserà gli appassionati di cinema: per un accordo con la Città del Cinema di Foggia, organizzeremo ogni domenica sera i “Lions a cinema”. Il direttore del multisala mi ha garantito che la metà della somma ricavata dai biglietti da noi acquistati sarà raccolta per tutto l’anno sociale e donata direttamente a favore di un nostro Service. Le serate verranno pubblicizzate tramite SMS e sul Sito internet.

Subito dopo la relazione programmatica del Presidente ha preso la parola il giornalista Enrico Ciccarelli, che ha parlato su: “L’11 settembre: l’inizio della paura”. E’ tradizione, infatti, per il Club Umberto Giordano, ritagliare ad ogni Riunione uno spazio di tempo chiamato “L’Angolo della cultura”. Le conseguenze sociali ed economiche dopo l’attentato terroristico alle Torri gemelle di New York non sembrano cessare, e la relazione sarà quindi di grande attualità. L’evento è stato pubblicizzato tramite Manifesti affissi in tutta la città e, quindi, è stato aperto al pubblico.

“Puntualità”: questa è la prerogativa delle serate Lions per quest’anno sociale. Il Presidente, ben conosciuto come un “preciso”, non transige. E così la serata si è svolta nei tempi previsti: i Soci, infatti, al tocco di campana erano tutti presenti. Anche le lungaggini del cerimoniale sono state molto ridotte: i tradizionali omaggi floreali alle consorti degli officer distrettuali sono stati concentrati in un unico passaggio, in cui la sig.ra Mara, moglie del Presidente Gaudiosi, ha donato a nome del Club a tutte le signore in sala, rappresentate dalla sig,ra Anastasia, moglie del Governatore Saltino, un bouchet di rose bianche.

La serata si è conclusa con una cena conviviale in cui è stata introdotta un’altra novità che, a detta del Presidente, si manterrà in tutte le prossime conviviali dell’anno sociale 2010-2011: “L’Angolo dell’enologo”. Ha presentato i suoi vini la Cantina Di Majo Norante, azienda di Campomarino, presentata dal Presidente del Club come una tra le migliori aziende nei dintorni di Foggia. “Mia intenzione – ha detto il Presidente –  è di mettere a disposizione dei Soci e degli ospiti, la mia passione per i vini, per far conoscere le aziende locali, che troppo spesso rimangono misconosciute, offuscate dalla notorietà delle aziende del nord, tradizionalmente strutturate sul territorio nazionale. La mia, quindi, non è propaganda pubblicitaria, ma la convinzione di dover premiare le aziende del nostro territorio”

La serata si è conclusa in allegria, ed il termine “amicizia” campeggia ancora tra i Soci del Lions Club Foggia Umberto Giordano e gli ultimi….

…. spengono le luci della serata!

Riportiamo l’articolo pubblicato da “Foggia&Foggia” il 10 settembre 2010:

Riportiamo l’articolo pubblicato su “Foggia&Foggia” il 17 settembre: